Libri letti ad agosto 2022

Libri letti a luglio 2022

Libri da portare in vacanza

Dunque, dopo due anni e mezzo di pandemia, è possibile che molti di voi (io no, purtroppo) decidano di farsi una bella vacanza da qualche parte. Oppure molti di voi avranno comunque le ferie e le passeranno a casa, magari con qualche gita fuori porta, o magari semplicemente “spaparanzati” sul divano. E avrete più tempo per leggere, a meno che non facciate una vacanza totalmente immersiva e dedichiate tutto il tempo a esplorare un posto nuovo.

Se avrete più tempo per leggere, sapete già cosa portare con voi in vacanza o sul divano? Posto che per me ognuno è libero di leggere quello che gli pare e che se vuole può anche leggere la Critica della ragion pura sotto l’ombrellone, ho pensato in ogni caso di stilare per voi un piccolo elenco di alcuni libri che secondo me sono perfetti per le ferie. Buona lettura!


  • Il figlio del cimitero di Neil Gaiman, che ho recensito recentemente, è un libro bellissimo che ben si presta a essere letto in vacanza (ma anche in qualsiasi altro momento), sebbene le atmosfere siano lugubri essendo ambientato in un cimitero
  • Delitto di mezza estate di Henning Mankell è ambientato appunto in estate ed è un lungo giallo che vi porterà via la mente dalle preoccupazioni quotidiane, facendovi distrarre egregiamente sia che siate sul divano sia che trascorriate il tempo in spiaggia ad abbronzarvi
  • In fuga di Kevin Hearne è un fantasy simpatico e divertente, ambientato in Arizona e con protagonista un druido di duemila anni. Non aspettatevi alta letteratura, ma è sicuramente scacciapensieri e se volete intrattenervi facendovi due risate è assolutamente perfetto
  • Zia Mame di Patrick Dennis non può proprio mancare in questa lista. Un libro divertentissimo, rocambolesco, scacciapensieri, molto adatto all’estate e al relax
  • Spiccioli per il latte di Volker Klüpfel e Michael Kobr è un giallo che vi porterà in Algovia, Germania, e vi farà vivere un paesaggio di montagna rurale e idilliaco, perfetto se siete costretti a passare le ferie a casa. Ho preferito il secondo libro della serie, che però purtroppo non è stato tradotto in italiano (per qualche motivo la casa editrice italiana è passata direttamente dal primo al terzo)
  • L’importanza di chiamarsi Ernesto di Oscar Wilde è perfetto se vi piace il teatro: meglio ancora se riuscite a trovare un audiolibro, dato che essendo un testo teatrale si presta moltissimo a questa forma. Una delle opere più riuscite del sommo, è divertentissimo e grazie alla sua brevità andrà bene anche per quelli tra voi che fanno vacanze più “intensive” e hanno poco tempo per leggere
  • Il barone rampante di Italo Calvino, se volete andare sul classico ma rimanendo su un testo breve. Anzi, vi consiglierei l’intera trilogia degli Antenati se avete tempo, perché i tre libriccini sono uno più fantastico dell’altro, in tutti i sensi
  • Il nostro agente all’Avana di Graham Greene è perfetto se volete essere trasportati a Cuba e vi consiglio di dargli una chance anche se generalmente non amate i romanzi di spionaggio. Per me il miglior Greene letto finora (non ne ho letti tanti, ma vorrei leggerli tutto tanto è eccellente questo scrittore!)
  • Cronache di Gerusalemme di Guy Delisle se vi piacciono le graphic novel. Non è un genere che prediligo, ma Delisle è eccezionale e questo è probabilmente il suo libro più bello. Ha di buono che si legge abbastanza velocemente, quindi prendetelo in considerazione anche se dedicherete un po’ meno tempo del solito alla lettura
  • La regina della casa di Sophie Kinsella se volete un libro proprio leggero leggero. Sono riuscita a farlo leggere anche a un’amica non lettrice, quindi va proprio bene per una vacanza di relax, è uno scacciapensieri fenomenale. Non amo molto la chick-lit, ma questo è davvero carino
  • Don Camillo di Giovannino Guareschi non ha proprio bisogno di presentazioni e ve lo consiglio caldamente come scacciapensieri
  • Il viaggio di Tsomo di Kunzang Choden è consigliato a chi non può partire per le vacanze e sogna posti lontani: ambientato in Bhutan, non è un romanzo leggero ma è molto bello e vi trasporterà sui monti più alti del mondo
  • Il fiore del frangipani di Célestine Hitiura Vaite è anch’esso consigliato per trasportarvi in un posto lontano e bellissimo come, in questo caso, Tahiti
  • Le voci di Marrakech di Elias Canetti vi porterà meno lontano, in Marocco, ed è perfetto per fare una vacanza in questo paese tutto sommato vicino ma che magari non avete avuto modo di visitare
  • Colazione da Tiffany di Truman Capote perché, sebbene il film sia bellissimo, anche il libro lo è e non dovreste lasciarvelo scappare. Oltretutto è brevissimo e ben si presta a una bella vacanza, anche per chi ha meno tempo
  • Scontro di civiltà per un ascensore a piazza Vittorio di Amara Lakhous è un titolo ormai un po’ vecchio ma sempre divertentissimo, ottimo per le ferie e per distrarsi un po’
  • Il paradiso degli orchi di Daniel Pennac e in generale tutto il ciclo di Malaussène è il divertimento allo stato puro e non può mancare in una vacanza di relax

Libri letti a giugno 2022

Libri letti a maggio 2022