Info

Mi chiamo Marina Taffetani e sono nata nel 1982.

Provengo da un paesino marchigiano, Tolentino in provincia di Macerata, da cui sono “scappata” a 19 anni per andare a vivere prima a Trieste, poi a Verona, a Firenze e infine in Lussemburgo. Non mi sento ancora arrivata a casa. (E infatti ho già cambiato città di nuovo da quando ho scritto questo post, ma smetto di aggiornare la lista delle mie città, non finirei più).

Sono laureata in Lingue e culture per l’editoria (laurea triennale) con una tesi sulla Commedia della vanità di Elias Canetti e in Studi letterari e culturali internazionali (laurea specialistica) con una tesi sul fuoco e la massa in Auto da fé, sempre di Elias Canetti.

Ho fatto la cameriera, la dattilografa, la redattrice e attualmente lavoro come traduttrice tecnica e editor di saggistica.

Mi interessano i libri, la letteratura, l’editoria, le lingue, ma anche il teatro, la danza, l’arte e la cultura in genere.

Questo blog è la logica continuazione di quello che ho tenuto per tre anni, dal dicembre 2005, su Splinder: ho traslocato per poter usufruire di una piattaforma più stabile, che mi consenta una gestione per così dire più “professionale” del blog.

Il titolo del blog, Sonnenbarke, mi sta ormai un po’ stretto come nome, ma l’ho voluto conservare per dare l’idea della continuità. Significa “barca del sole”, ed è infatti la barca usata da Ra, dio egizio del sole, per solcare i cieli. È il titolo di una canzone degli Einstürzende Neubauten, di cui potete leggere il testo qui (in tedesco con traduzione in inglese) e che potete ascoltare su You Tube.

Una breve spiegazione delle categorie, o rubriche, che trovate nel blog:

* bibliografie: qui propongo un elenco di libri su determinati argomenti, senza alcuna pretesa di esaustività, ma solo come spunto per le vostre/nostre letture
* case editrici: qui vi presento case editrici, generalmente piccole o medie, che secondo me sono interessanti
il giro del mondo coi libri: vedere qui per maggiori informazioni
incipit:  come dice il titolo stesso, si tratta della prima pagina dei libri che ho in casa, non necessariamente libri che ho già letto. È simile alla rubrica degli spunti di lettura, ma diversa in quanto in quel caso si tratta di brani che ho amato da libri che ho letto
* intercultura: qui si parla di autori che scrivono in una lingua diversa dalla propria madrelingua
* letterature “altre”: dà spazio alle letterature di quei Paesi e/o scritte in quelle lingue che di solito non vengono tenuti in grande considerazione dai lettori
* librerie: si parla delle nostre librerie preferite
* libri e dintorni: tutto ciò che ha a che fare con i libri, ma non rientra in nessuna delle categorie già presenti
* luxemburgensia: qui parlo di ciò che ha a che fare con il Lussemburgo, principalmente mie impressioni
* recensioni e commenti: la categoria intorno alla quale è nato il vecchio blog. Si tratta di commenti alle mie letture, a volte qualcosa di più vicino a una vera recensione, di solito commenti più diretti e liberi dalle regole
* segnalazioni: come dice il nome, segnalazioni di tutto ciò che concerne il mondo letterario: sconti, offerte, siti, qualunque cosa possa essere interessante. Non scrivo spesso qui perché è la categoria più impegnativa, difficilmente diventerà mai regolare
* spunti di lettura: si tratta di brani scelti da mie letture anche remote, che vi propongo come idea, spunto di lettura, appunto. Generalmente non commentati, ma di solito inserisco dei link per approfondire
* un secolo di libri: vedere qui per maggiori informazioni

Eccetto dove altrimenti specificato, i contenuti di questo blog sono pubblicati sotto la licenza Creative Commons che trovate qua sotto (Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo), il che significa che li potete riprodurre e anche modificare, a patto che non lo facciate per scopi commerciali, che mi indichiate come autrice del testo riportato e che distribuiate l’opera risultante con una licenza identica o equivalente a questa.

Creative Commons License

Save

3 pensieri su “Info

  1. Pingback: Il frutto del fuoco | Pupi di Zuccaro

  2. Pingback: Ne”La festa del ritorno” il Sud che amo | Alchimie

  3. Pingback: [Senza titolo] | Sonnenbarke

I commenti sono chiusi.