Viaggiare con i libri – Egitto

Photo by CALIN STAN on Unsplash

In questo periodo in cui siamo costretti in casa o al massimo in città o in regione da un anno, ho sentito molte persone lamentare il fatto di non poter viaggiare. Per fortuna, una cosa che nessuna pandemia ci potrà togliere è la possibilità di viaggiare attraverso i libri. Leggendo possiamo davvero girare il mondo.

Come sapete, da ormai otto anni sto facendo un (lento) giro del mondo coi libri, nel tentativo di leggere almeno un autore proveniente da ogni nazione del mondo. Ho pensato che ora mi piacerebbe invece accompagnarvi in giro per il mondo suggerendovi alcune letture che vi portino a esplorare un paese, una città, un’area: libri ambientati in un luogo particolare che vi permettano di visitarlo con la fantasia. E magari vi faranno venire voglia di visitarlo davvero quando sarà di nuovo possibile!

Oggi, per esempio, vorrei portarvi in Egitto.

Un libro che ho letto relativamente di recente e che mi è piaciuto tantissimo è Ultima notte ad Alessandria di André Aciman (più famoso per Chiamami col tuo nome). In questo libro, che è l’autobiografia dell’autore e arriva fino all’inizio della sua adolescenza, sembra davvero di respirare le atmosfere dell’Egitto di qualche decennio addietro. La famiglia Aciman è ebrea sefardita e l’autore ci fa vivere attraverso le sue pagine il modo in cui questa comunità si è integrata per quanto possibile nella società egiziana. Alessandria d’Egitto sembra viva, in questo libro.

Un autore egiziano che ha ambientato tutti i suoi libri in Egitto è Nagib Mahfuz: ho letto due suoi libri (Miramar e Il ladro e i cani) senza rimanerne entusiasta, ma è un autore importante (ha anche ricevuto il premio Nobel) e bisognerebbe almeno provare a leggere qualcosa di suo.

Se volete andare sui grandi classici, un libro molto bello che vi consiglio è Antonio e Cleopatra di William Shakespeare, che ovviamente non ha bisogno di presentazioni. Non sarà una delle migliori opere di Shakespeare, ma l’ho letta con piacere e l’ho trovata comunque affascinante.

Un giallo carino ambientato in Egitto verso la fine dell’Ottocento è La sfida della mummia di Elizabeth Peters, primo di una serie dedicata ad Amelia Peabody e all’archeologo Radcliffe Emerson. Ho letto solo il primo libro, ma ce ne sono ben 20 nella serie, e vorrei continuare perché l’ho trovato simpatico, sebbene non sia certo un capolavoro, neppure nel suo genere.

Se vi piacciono i gialli, anche Agatha Christie ha scritto due libri ambientati in Egitto: Poirot sul Nilo e C’era una volta, quest’ultimo ambientato nell’antico Egitto.

Restando nell’antico Egitto, non possiamo certo dimenticare le numerose serie di Christian Jacq fra cui, ad esempio, quella dedicata a Ramses, ma ne ha scritte molte altre. Il primo libro della serie Il grande romanzo di Ramses è Il figlio della luce, in cui Jacq narra la vita di Ramses fino all’ascesa al trono.

C’è poi la saga dell’Antico Egitto di Wilbur Smith: il primo libro, pubblicato nel 1993, è stato Il dio del fiume, e parte che quest’anno uscirà la settima puntata della serie.

Non si può non citare il Quartetto di Alessandria di Lawrence Durrell, una serie di quattro libri dedicati ad Alessandria d’Egitto e ambientati prima e durante la seconda guerra mondiale. Il primo libro della serie, uscito nel 1957, è Justine.

Un libro che sembra interessante fin dal sottotitolo è Taxi. Le strade del Cairo si raccontano di Khaled Al Khamissi, pubblicato in Italia da Il Sirente. Stando alla quarta di copertina, è un racconto della città del Cairo attraverso le voci dei tassisti. L’edizione originale è del 2006 e l’ambientazione è quindi quasi contemporanea a noi.

Se volete altri spunti di lettura, vi consiglio la pagina dedicata all’Egitto su Roma Multietnica: OK, il sito è fatto un po’ male perciò alla pagina che ho linkato non c’è niente, ma se andate sulla colonna di sinistra (da computer) potete cliccare sui vari autori per vedere le schede dedicate a loro e ai loro libri. Wikipedia ha una categoria dedicata ai romanzi ambientati in Egitto.

3 pensieri su “Viaggiare con i libri – Egitto

  1. Amo i viaggi letterari <3. Grazie per questo post. Ho intenzione, prima o poi, di leggere qualche autore egiziano contemporaneo come Mostafa Ibrahim.

  2. Grazie a te! Non conosco Mostafa Ibrahim, ma sarà un piacere sapere che ne pensi, quando lo leggerai 🙂

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.