Israel J. Singer, La famiglia Karnowski

Israel J. Singer, La famiglia Karnowski (tit. originale Di mishpohe Karnovski), Newton Compton, Roma 2015. Traduzione dallo yiddish di Martina Rinaldi e David Sacerdoti.

Dopo aver letto I fratelli Ashkenazi l’anno scorso mi sono sentita orfana e ho comprato alcuni ebook di Israel J. Singer, fra cui questo che è un altro dei suoi romanzi più famosi. Ed è successo di nuovo, mi sono sentita orfana di nuovo, e di più: ho l’impressione che dopo aver letto Israel J. Singer niente più sarà lo stesso, e che tutti i libri da ora in poi non potranno che sembrare scialbi al confronto, tutti gli autori mediocri. Israel J. Singer fa questo effetto.

Di nuovo, così come ne I fratelli Ashkenazi, ci troviamo di fronte a una saga familiare che è tanto più di questo. La famiglia questa volta è Karnowski, una famiglia ebrea di Melnitz, in Polonia, il cui capostipite David decide di trasferirsi a Berlino a seguito di una disputa religiosa. Il romanzo segue la storia di David, di suo figlio Georg e del figlio di questi, Joachim Georg detto Jegor. La maggior parte del romanzo si svolge a Berlino, ma la terza parte si svolge in America.

David, andando a Berlino, decide di vivere “come un ebreo in casa, e come un tedesco fuori casa”, il che significa che in casa sarà un ebreo devoto, ma fuori il suo obiettivo è conformarsi in tutto e per tutto ai tedeschi: nella lingua, nello stile di vita, nel modo di esprimersi, insomma in tutto. A suo figlio Georg trasmette questo concetto fondamentale, ma Georg è un ribelle. Jegor sarà ancor più ribelle, anche se il termine giusto che potremmo usare per descriverlo è disperato, plagiato da suo zio, il fratello ariano di sua madre (Georg sposa infatti una gentile). Jegor è infatti bambino e adolescente nella Germania nazista subito prima della seconda guerra mondiale (il romanzo è stato scritto nel 1943 e Singer è morto nel 1944).

La descrizione di questa famiglia è semplicemente meravigliosa, i personaggi sono caratterizzati in maniera superba, anche i comprimari; ad esempio non credo di aver mai trovato in letteratura una figura tanto sfaccettata e ben rappresentata come Elsa Landau, che non ho potuto fare a meno di amare. Anche Jegor è caratterizzato in maniera eccellente, l’evoluzione o meglio l’involuzione del personaggio è estremamente verosimile in quelle circostanze e in quel contesto. Jegor è un personaggio odiosissimo, ma molto sofferente, e tutto questo è ben rappresentato e si evolve alla perfezione nel corso del romanzo.

Oltre alla storia della famiglia Karnowski, l’autore ci racconta il clima che si respirava in Germania fra le due guerre: gli eroi tornati in patria subito dopo la prima guerra mondiale e che si sentivano orfani senza la guerra, il risentimento contro i “nemici della patria”, il nascente odio nei confronti degli ebrei che sfocia in persecuzioni, pestaggi, uccisioni, discriminazioni di ogni tipo. In questo, La famiglia Karnowski è quasi meglio di un libro di storia, perché immerge il lettore in un’atmosfera asfissiante di odio, di disperazione, di caccia al più debole; il tutto visto attraverso le vicende di una famiglia di ebrei illustri anche se immigrati, e attraverso le vicende di un ragazzo figlio di una coppia mista e perciò lacerato. Jegor viene plagiato dal fratello di sua madre, che gli infarcisce la testa di teorie razziali e sogni di gloria in guerra, e questo sarà la rovina del ragazzo.

Ma in fondo al libro c’è uno spiraglio di luce, seppure piccolissimo, e tuttavia non ci è dato sapere il prosieguo della vita di questa famiglia. Cosa che mi è dispiaciuta molto, perché avrei potuto leggere altre 400 pagine senza alcun problema e anzi con grande interesse. Questo fanno i libri di Israel J. Singer: sembrano sempre troppo corti anche quando corti non sono affatto.

Ora passo a leggere altro, ma come dicevo, con la consapevolezza di aver “perso” degli amici, con la consapevolezza di vette inarrivabili, con la consapevolezza che tutto non potrà che essere in scala di grigi per un po’.

Annunci

2 pensieri su “Israel J. Singer, La famiglia Karnowski

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.