Libri dall’Ucraina

Charkiv

Shalom Alechem, La storia di Tewje il lattivendolo, Feltrinelli: Un’odissea quotidiana a contatto con le brutture della vita e della storia: quella della diaspora ebraica, ma anche quella dell’uomo contemporaneo di fronte al disordine che lo circonda.
La mia recensione: https://sonnenbarke.wordpress.com/2014/08/26/shalom-alechem-la-storia-di-tewje-il-lattivendolo-ucraina/

Elena Filatova, Chernobyl Surfing, Ponchiroli: Sono passati ormai 25 anni da quel maledetto 26 Aprile del 1986, quando la centrale nucleare di Chernobyl esplose violentemente nel cielo della primavera ucraina. In sella alla motocicletta di Elena Filatova ripercorreremo la vasta area colpita dalle radiazioni, attraverseremo i villaggi, le strade e le città deserte che oggi rimangono a testimoniare, nel loro terribile silenzio, ciò che è rimasto dopo il più grave disastro nucleare della storia dell’umanità.
Un’anteprima: http://www.ponchirolieditori.com/libri/chernobyl/preview.php?lang=it

Andrei Kurkov, L’angelo del Caucaso, Garzanti: Guardiano notturno presso una ditta di alimenti per l’infanzia – che in realtà funge da copertura per traffici misteriosi ma certo illegali – il giovane Nikolaj trova alcuni antichi documenti nascosti in una vecchia copia di Guerra e pace: forse è una mappa che porta a un tesoro sepolto sulle rive del Mar Caspio. Il nostro generoso e ingenuo eroe inizia così una picaresca avventura che dal cimitero di Kiev lo porta nel deserto del Kazakhstan, braccato da nazionalisti ucraini e spietati mafiosi, soldati allo sbando ed equivoci uomini d’affari, ex spie, mercanti e terroristi. A sostenerlo nelle sue ricerche, solo un’affascinante e silenziosa nomade e un enigmatico camaleonte. L’angelo del Caucaso è un viaggio esilarante attraverso paesaggi inconsueti, che ci regala un divertente ritratto del cuore dell’Asia in questi anni turbolenti. E alla fine, dopo un’autentica girandola di colpi di scena, come in una favola Nikolaj troverà la fortuna e l’amore.

Andrei Kurkov, Diari ucraini, Keller: Le proteste di piazza Maidan in Ucraina, la vita quotidiana di una famiglia in un Paese in subbuglio, viste attraverso gli occhi e la narrazione coinvolgente e puntuale di uno dei maggiori scrittori del nostro tempo: Andrei Kurkov.
I suoi diari sono uno strumento prezioso per entrare direttamente in piazza Maidan, nel vivo delle manifestazioni, dei preparativi, dei momenti successivi in cui si contano le ferite, ma scopriamo anche i ricordi dell’autore, la storia dell’Ucraina passata e recente.
La voce narrante di Kurkov è naturale, spontanea, ricrea atmosfere, svela retroscena, vive di un forte senso dell’amore per il Paese, i suoi problemi, le persone che cercano di cambiare le cose.
Un libro utilissimo per comprendere cosa sta accadendo oggi sul confine orientale dell’Europa.
Dall’autore più internazionale e tradotto dell’Ucraina un intelligente e appassionato resoconto dei fatti di piazza Majdan e dello stato delle cose in Ucraina.
Un libro unico sul mercato editoriale in questo momento e in via di edizione in tutta Europa.

Tutti i libri di Andrei Kurkov: http://it.wikipedia.org/wiki/Andrej_Kurkov#Opere

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...