Libri dalla Tunisia

Cartagine

Mohsen Melliti, I bambini delle rose, Edizioni Lavoro: L’incontro-scontro fra due bambini, Nico, nomade di origine serbe, e Ly, della Cina postmaoista lungo un arco di sette giorni. In una Roma notturna, metropoli materna e matrigna, è ambientata questa tenera storia di amore e amicizia, nata dalla lotta per la vendita delle rose nei ristoranti del centro…

Lilia Zaouali, L’Islam a tavola, Laterza: Sconsigliato a chi ha dei pregiudizi antislamici: dopo una lettura del genere, difficilmente riuscirebbe a mantenerli. Incantevole.

Nacer Khemir, Il viaggio di Hassan di Samarcanda, Motta Junior: Nella città di Samarcanda, un ragazzo di nome Hassan viveva con la nonna in una casupola, davanti alla quale s’innalzava un fico sontuoso. Alla morte della nonna, Hassan pianse a lungo; poi, in memoria di lei, prese la consuetudine di salire ogni mattina sull’albero, di gustarne i frutti e, a mezzogiorno, di fare un pisolino nella sua fresca ombra. Un bel giorno iniziò a visitarlo in sogno un vecchio dalla barba bianca, che gli ordinava di andare a Cordova a cercare un tesoro. Hassan decise di dargli ascolto…

Nacer Khemir, Il canto dei geni, Motta Junior: Da un racconto tradizionale del Sahel. Un pover’uomo, che nella vita aveva ricevuto come unica eredità la miseria più nera, decise di coltivare un campo proibito…

Esma e Nacer Khemir, L’alfabeto del deserto, MC Editore: I fratelli tunisini Esma e Nacer Khemir, artisti, scrittori, favolisti, pittori, svolgono un’appassionata opera di raccolta delle tradizioni orali degli ultimi cantastorie della Medina di Tunisi. Questo libro nasce proprio da questo loro amore per le radici orali della cultura nordafricana.
La lingua araba è sorta dal deserto e ne conserva il ricordo. Le dune nascondono le storie, patrimonio di una comune cultura. Ciascuna delle ventotto lettere di questo alfabeto delle sabbie è qui illustrata da un animale che narra una storia arrivata dai quattro angoli del mondo.
Il libro introduce il lettore all’alfabeto arabo attraverso favole e illustrazioni che raccontano mondi lontani.
Il libro si rivolge ai ragazzi di varie età (dai sei ai dodici anni), a insegnanti, animatori e a operatori nel campo dell’intercultura.
Può essere utilizzato come originale strumento di un percorso interculturale nelle scuole elementari e medie, oggi sempre più caratterizzate dalla presenza di allievi appartenenti a culture diverse.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...