Libri dal Regno Unito

Palazzo di Westminster, Londra

William Shakespeare, Tutto il teatro, Newton Compton: William Shakespeare è considerato il più grande autore teatrale di tutti i tempi. La straordinaria energia creativa e la vastità della sua produzione suscitarono nei romantici l’immagine di una “forza immane della natura”, di un “genio universale”. Oggi, dopo oltre quattro secoli dalla sua nascita, Shakespeare non cessa di stupirci per la complessità, la bellezza, la varietà della sua poesia e per la modernità dei personaggi e delle trame. In questa edizione è stata conservata la classica suddivisione in commedie, drammi storici e tragedie della prima raccolta completa del 1623.

William Shakespeare, Sonetti, Bompiani: I 154 sonetti di Shakespeare vengono qui proposti in una lingua che rispetta la regolarità metrica e formale del verso senza appiattire l’intensità della poesia, in una “traduzione saggio” che passa dal pentametro giambico all’endecasillabo.

Alan Bennett, La sovrana lettrice, Adelphi: Per un puro accidente, la regina d’Inghilterra ha scoperto quegli oggetti strani che sono i libri, non può più farne a meno e cerca di trasmettere il virus della lettura a chiunque incontri sul suo cammino. Con quali ripercussioni sul suo entourage, sui sudditi, sui servizi di sicurezza e soprattutto sui lettori lo scoprirà solo chi arriverà all’ultima pagina, anzi all’ultima riga. Perché oltre alle irrefrenabili risate questa storia ci regala un sopraffino colpo di scena – uno di quei lampi di genio che ci fanno capire come mai Alan Bennett sia considerato un grande maestro del comico e del teatro contemporaneo.

Alan Bennett, Signore e signori, Adelphi: Chi ha letto Nudi e crudi, La cerimonia del massaggio o La signora nel furgone sa già che la sulfurea comicità di Alan Bennett si sprigiona perlopiù da situazioni in apparenza dimesse: un appartamento svaligiato, una commemorazione funebre, i rapsodici contatti con una barbona invadente e non troppo amabile. Ma nei celeberrimi monologhi per la televisione – trasmessi dalla BBC nel 1987 e affidati all’interpretazione delle più grandi attrici inglesi, da Julie Walters a Maggie Smith, oltreché dell’autore stesso – Bennett è andato molto oltre, strappando il massimo di ilarità a un pretesto, anche scenico, ridotto al minimo. E pur essendo, di fatto, una forma a sé – un po’ commedie per voce sola, un po’ «versioni rudimentali di un racconto» – questi monologhi costituiscono la migliore introduzione possibile al mondo di Bennett, dove le leggi della logica prima o poi si incagliano su un dettaglio incongruo, finendo per ritorcersi contro chi cercava di applicarle. Come accade al Graham di Una patatina nello zucchero, costretto prima a dibattere serissimamente con la madre se l’anziano – ma decisamente vitale – spasimante di lei sia o non sia «un tipo da copriteiera», e poi a prendere atto che «abbiamo già superato la fase copriteiera». O a Lesley, l’agguerrita attrice della Sua grande occasione, che, avendo fatto notare a un attrezzista di essere stata scelta perché qualcuno si era accorto delle sue idee molto precise sulla parte, si sente seraficamente rispondere: «Più che altro si sono accorti che hai un giropetto di novantacinque centimetri».

Tutti i libri di Alan Bennett: http://www.adelphi.it/catalogo/cerca/reply/smart/YTo0OntzOjQ6InR5cGUiO3M6NToic21hcnQiO3M6NzoiT3JkZXJCeSI7czo1OiJzY29yZSI7czoxOiJxIjtzOjEyOiJhbGFuIGJlbm5ldHQiO3M6NDoiU29ydCI7czo3OiJkZWZhdWx0Ijt9/p3

P.G. Wodehouse, Il meglio di P.G. Wodehouse, Guanda: Nei racconti di questa raccolta il lettore trova un’ampia scelta per una lettura piacevole e di sicuro divertimento: dalle vicissitudini nel castello di Blandings del povero Lord Emsworth, sempre in balia della tirannica sorella Lady Constance, alle vivaci storie con cui il signor Mulliner intrattiene gli avventori dell’Anglers’ Rest, alla comicità delle situazioni in cui si vengono a trovare i frequentatori del Drones Club, fino alle arguzie che il maggiordomo Jeeves mette in atto per togliere dai guai il suo giovane signore.
Il tratto che accomuna queste storie è, naturalmente, l’irresistibile umorismo, che ha conquistato intere generazioni di lettori; ma non si apprezza a fondo Wodehouse se non se ne colgono la qualità stilistica e l’inventiva lievemente surreale, capace di creare un mondo delizioso quanto vitale.

P.G. Wodehouse, Niente di serio, Guanda: Il Drones Club è un circolo di anime elette, gentiluomini troppo sensibili per le fatiche del lavoro e desiderosi di sfuggire agli assilli di mogli e fidanzate. Il loro ritrovo è un’oasi di pace in un mondo caotico, l’occasione di dedicarsi ai passatempi che rendono la vita degna di essere vissuta: un drink tonificante, un buon sigaro, una gara di freccette. E il prediletto gioco del golf, per il quale tutti condividono la stessa, maniacale fissazione. Non può mancare, in un circolo di tale livello, il piacere di una conversazione tra spiriti affini. Così, tra un sorso di martini e un bicchiere di porto, i membri del club raccontano le loro spassose avventure.
Pongo Twistelton è alle prese con un fantasma del passato, la sua vecchia tata, chiamata dalla moglie per occuparsi del loro primogenito. Minacciato dai ricordi imbarazzanti dell’ex istitutrice e dall’assidua vigilanza sulla sua attività di infaticabile scommettitore e amante dei piaceri della tavola e del bar, Pongo dovrà ricorrere a tutta la sua astuzia per riconquistare la libertà. Freddie Widgeon, in vacanza nella stessa località di mare della promessa sposa e del futuro suocero, viene ingiustamente accusato di aver ceduto alle malie di una bionda appariscente ed è coinvolto in un’imbarazzante commedia degli equivoci. Ambrose Gussett, provetto giocatore di golf, accetta di abbassarsi al primitivo gioco del tennis per amore di una fanciulla, con esilaranti conseguenze. Queste e altre storie di amori complicati, beffe e ossessioni sportive sono al centro degli irresistibili racconti di P.G. Wodehouse.

Tutti i libri di P.G. Wodehouse: http://it.wikipedia.org/wiki/P._G._Wodehouse#Opere

Ian McEwan, Chesil Beach, Einaudi: In una bella notte di luglio del 1962, davanti alla lunga e romantica distesa di ciottoli di Chesil Beach, ha inizio la luna di miele di Florence Ponting e Edward Mayhew, ricca e promettente violinista lei, modesto e promettente storico lui, entrambi nuovi alle vie dell’amore. I due giovani si amano molto e, nel trepidante preludio alla prima notte di nozze, molto se lo ripetono, ma il loro discorso amoroso non va oltre.
Mancano a Florence le parole per dire la vergogna e il disgusto che prova al pensiero pur vago di quanto l’attende sotto le coperte ben tese del letto d’albergo, proprio mentre si sforza di non deludere le aspettative del marito; e mancano a Edward le parole per dire l’ansia di non riuscire a contenere l’impazienza e la paura di non saper interpretare i segnali di un corpo sconosciuto e misterioso quanto un’altra galassia.
Poco tempo ancora e il vento della liberazione culturale avrebbe soffiato anche su quell’angolo d’Inghilterra, sciogliendo, forse, i loro due destini insieme a quelli delle generazioni a venire. Ma sulla soglia di quell’evento sismico, è all’insegna della contesa inibita, davanti a un pasto sgradito che le convenienze impediscono di rifiutare, che Florence e Edward conducono in silenzio il loro delicatissimo negoziato.
Un estratto: http://www.einaudi.it/var/einaudi/contenuto/extra/978880619768PCA.pdf

Ian McEwan, Espiazione, Einaudi: All’età di tredici anni, in un caldo giorno d’estate del 1935, Briony Tallis sente di essere diventata una scrittrice. La sera stessa, accusando di un crimine odioso un innocente, commette l’errore che la segnerà per tutta la vita. Eppure la giornata era iniziata sotto i migliori auspici. C’era la commedia da mettere in scena, i cugini arrivati dal nord per trascorrere qualche tempo in casa Tallis, e da Londra era atteso l’amatissimo fratello Leon con un amico, industriale della cioccolata. Soltanto la sorella maggiore Cecilia impensieriva Briony, con quel suo misterioso rapporto che la legava a Robbie Turner, il figlio della loro donna di servizio.
Tutti i personaggi entrano in scena ma, nella commedia della vita, non ci sono prove prima della recita e ogni gesto assume un carattere definitivo. Presto, sarà troppo tardi per fermare la macchina dell’ingiustizia e la guerra arriverà a spazzare via il vecchio mondo con le sue raffinate ipocrisie.

Tutti i libri di Ian McEwan: http://it.wikipedia.org/wiki/Ian_McEwan#Opere

Agatha Christie, Assassinio sull’Orient Express, Mondadori: Salito a bordo del leggendario Orient Express, l’impareggiabile investigatore Hercule Poirot è costretto a occuparsi di un efferato delitto. Mentre il treno è bloccato nella neve, infatti, qualcuno tra i passeggeri pugnala a morte il ricco signor Ratchett. Evidentemente l’assassino deve nascondersi fra i viaggiatori, ma nessuno di loro sembra avere motivo per commettere il crimine. Un’indagine complicata attende l’infallibile detective.

Agatha Christie, Dieci piccoli indiani, Mondadori: La mensola
del caminetto era priva di ornamenti,
a eccezione
di un orso di marmo bianco.
Al di sopra, in una cornice cromata,
una grande pergamena,
con una poesia.
Il primo capitolo: http://leggere.librimondadori.it/agatha-christie-dieci-piccoli-indiani/

Tutti i libri di Agatha Christie: http://it.wikipedia.org/wiki/Opere_di_Agatha_Christie

George Orwell, 1984, Mondadori: 1984. La società è governata dall’infallibile e onnisciente Grande Fratello. Non c’è legge scritta e niente, apparentemente, è proibito. Tranne divertirsi. Tranne pensare. Tranne amare. Solo Winston e Julia lottano disperatamente per conservare un granello di umanità… Visionario, profetico e sempre attuale, uno dei massimi capolavori del Novecento.

George Orwell, La fattoria degli animali, Mondadori: Perché mai La fattoria degli animali fu rifiutato da tutti e quattro gli editori cui era stato inizialmente proposto? In fondo, è solo una favola. Non inizia con “C’era una volta”, ma racconta le vicende di maiali e cani e cavalli e altri animali di fattoria, appunto. Com’è possibile che susciti tanta paura? Che cosa rende La fattoria degli animali una favola diversa dalle altre? È tutto vero. Tutto quello che Orwell racconta è accaduto veramente; e proprio per questo, tutto quello che racconta, ci avverte Orwell, potrebbe accadere di nuovo.

Tutti i libri di George Orwell: http://it.wikipedia.org/wiki/George_Orwell#Opere

Aldous Huxley, Il mondo nuovo – Ritorno al mondo nuovo, Mondadori: Scritto nel 1932, Il mondo nuovo (qui accompagnato dal testo del 1958 Ritorno al mondo nuovo) è ambientato in un immaginario stato totalitario del futuro, nel quale ogni aspetto della vita viene pianificato in nome del razionalismo produttivistico e tutto è sacrificabile a un malinteso mito del progresso. I cittadini di questa società non sono oppressi da fame, guerra, malattie e possono accedere liberamente a ogni piacere materiale.
In cambio del benessere fisico, però, devono rinunciare a ogni emozione, a ogni sentimento, a ogni manifestazione della propria individualità. Produrre, consumare. E soprattutto, non amare. Un romanzo visionario, dall’inesausta forza profetica, sul destino dell’umanità. E sulla forza di cambiarlo.
La mia recensione: https://sonnenbarke.wordpress.com/2006/03/31/il-mondo-nuovo-2/

Aldous Huxley, L’isola, Mondadori: Sorpreso da una tempesta un intellettuale naufraga sulla costa di un’isola vietata agli estranei, e in questa strana terra l’uomo scopre una società utopica che sfiora la perfezione. Ma anche il sogno degli isolani, costretti a fare i conti con la realtà contemporanea, avrà vita breve. Un libro acuto e cinico che condanna senza mezzi termini l’ignoranza, il militarismo e la violenza.

Tutti i libri di Aldous Huxley: http://it.wikipedia.org/wiki/Aldous_Huxley#Opere

J.R.R. Tolkien, Il Signore degli anelli, Bompiani: Il Signore degli Anelli è un romanzo d’eccezione, al di fuori del tempo: chiarissimo ed enigmatico, semplice e sublime. Esso dona alla felicità del lettore avventure in luoghi remoti e terribili, episodi d’inesauribile allegria, segreti paurosi che si svelano a poco a poco, draghi crudeli e alberi che camminano, città d’argento e di diamante poco lontane da necropoli tenebrose in cui dimorano esseri che spaventano solo al nominarli, urti giganteschi di eserciti luminosi e oscuri; e tutto questo in un mondo immaginario ma ricostruito con cura meticolosa, e in effetti assolutamente verosimile, perché dietro i suoi simboli si nasconde una realtà che dura oltre e malgrado la storia: la lotta, senza tregua, fra il bene e il male. Leggenda e fiaba, tragedia e poema cavalleresco, il romanzo di Tolkien è in realtà un’allegoria della condizione umana che ripropone in chiave moderna i miti antichi. A 60 anni dalla prima pubblicazione, l’edizione integrale del Signore degli Anelli riveduta in collaborazione con la Società Tolkieniana Italiana.

J.R.R. Tolkien, Lo Hobbit, Bompiani: Pubblicato per la prima volta nel 1937, Lo Hobbit è per i lettori di tutto il mondo il primo capitolo del Signore degli Anelli, uno dei massimi cicli narrativi del XX secolo. Protagonisti della vicenda sono, per l’appunto, gli hobbit, piccoli esseri “dolci come il miele e resistenti come le radici di alberi secolari”, che vivono con semplicità e saggezza in un idillico scenario di campagna: la Contea. La placida esistenza degli hobbit viene turbata quando il mago Gandalf e tredici nani si presentano alla porta dell’ignaro Bilbo Baggins e lo trascinano in una pericolosa avventura. Lo scopo è la riconquista di un leggendario tesoro, custodito da Smaug, un grande e temibile drago. Bilbo, riluttante, si imbarca nell’impresa, inconsapevole che lungo il cammino s’imbatterà in una strana creatura di nome Gollum. Questa edizione vede la nuova traduzione della Società Tolkieniana Italiana, e le splendide illustrazioni di Alan Lee.

Tutti i libri di J.R.R. Tolkien: http://it.wikipedia.org/wiki/J._R._R._Tolkien#Opere

Annunci

2 pensieri su “Libri dal Regno Unito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...