[Incipit] Brina Svit, Morte di una primadonna slovena

Per finire, vorrei aggiungere ancora qualcosa, che voi leggerete per primo.
Come vedete, ho risposto al questionario sulla primadonna slovena. Fino all’ultimo momento, non lo nascondo, ho tentennato. E se mi sono infine deciso, lo si deve al modo in cui erano formulate alcune domande, per esempio: Era attaccata alla casa e alla famiglia, e specialmente alla madre?… Desiderava tornare a casa, anche all’apice della carriera?… Oppure: Lubiana aveva un posto speciale nel suo cuore?… Ma lo si deve altresì al’osservazione del tenente colonnello Andreas Haas, secondo cui scrivere ha sempre alcuni benefici effetti secondari: ci distacca dalle esperienze con le quali non vogliamo più convivere e ci libera dai sensi di colpa.
Se ho ben capito, la vostra rivista vuol nominare, come di consueto, la “Slovena dell’anno”. Ma il 2000 è un anno speciale e pertanto anche la vostra iniziativa questa volta dev’essere speciale (anche a “Petronius” volevamo fare qualcosa del genere: il profumo del secolo, il vestito del secolo, il vino del secolo…). La nostra scelta dovrà essere all’altezza dell’evento, avete scritto, tanto che per l’occasione la cerchia dei nostri collaboratori sarà più ampia del solito: la Slovena dell’anno non avrà segreti. Vogliamo sapere tutto di lei: successi e insuccessi, amori, grandi e piccoli, aneddoti, ricordi… ci racconti tutto ciò che le viene in mente… anche i dettagli più insignificanti, quelli in cui ognuno potrà riconoscersi e che ci aiuteranno a scegliere tra le cinque finaliste. La nostra primadonna è arrivata in finale con una poetessa, una mezzofondista, un’assistente sociale e una conduttrice televisiva, avete scritto. E aggiunto: è solo a un passo dall’essere la Slovena del 2000; le Sue risposte le permetteranno o meno di compierlo.
Se dovessi tornare indietro, probabilmente non lo rifarei. Ma ormai è andata. Ho davanti a me un plico di fogli che ho intitolato Morte di una primadonna slovena. La notte sta lentamente schiarendo. Tra un’ora o due svanirà.
Vi accorgerete che, pur avendo risposto pressoché a tutte le domande, non ho seguito l’ordine da voi suggerito. L’ho rispettato solo all’inizio (Il ricordo più bello che ha di lei? La prima intervista, ovvero che cosa è successo con le rose?) e alla fine (È tornato ancora in Slovenia? Ha forse dimenticato qualcosa che ci può definitivamente convincere che è proprio lei la Slovena del 2000?). Nel mezzo ho disposto le domande in modo che vi sia facile seguire la nostra storia e la sua fine. Perché posso davvero chiamare storia tutto quello che è successo a lei e a noi due, e posso farlo proprio perché ha avuto anche una fine.
Non ho risposto ad alcune domande sull’opera, come Puccini o Janáček? Questo spetta al regista catalano Lluis Toronto, per non citare che lui, il quale sta per pubblicare i diari delle sue ultime regie, di cui la primadonna slovena è stata protagonista.
Molte altre domande me le sono poste da me, come vedrete, soprattutto su Pablo Ortez e Julijan Remek, e anche sulla signora Ingrid. Le vere domande ce le poniamo sempre da soli, anche se ciò non significa che conosciamo le risposte.

Brina Svit, Morte di una primadonna slovena (tit. originale Smrt slovenske primadone), Zandonai, Rovereto 2007. Traduzione di Sabrina Tržan e Simonetta Calaon. 197 pagine, 14,50 euro.

* Il libro sul sito dell’editore, dove è anche possibile sfogliarne un’anteprima.

 

Annunci

2 pensieri su “[Incipit] Brina Svit, Morte di una primadonna slovena

  1. Pingback: Brina Svit, Morte di una primadonna slovena (Slovenia) | Sonnenbarke

  2. Pingback: Brina Svit, Morte di una primadonna slovena (Slovenia) | Letterature altre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...