Muriel Barbery, L’élégance du hérisson

Muriel Barbery, L’élégance du hérisson, Gallimard, Paris 2006. 414 pagine, 7,60 euro.

L’eleganza del riccio, caso letterario del 2007, mi capitò fra le mani in francese all’unico incontro di bookcrossing che io abbia fatto in Lussemburgo. Finora non mi ero mai sentita abbastanza a mio agio con il francese da leggerlo, ma ora mi sono voluta cimentare, anche se è stato un po’ faticoso.

Le storie sono due: quella di Renée, 54 anni, grassottella e dall’alito pesante, portinaia in un palazzo di ricchi, e quella di Paloma, 12 anni, aspirante suicida e abitante nel suddetto palazzo. Le due storie parallele, che a un certo punto si intrecceranno, vengono raccontate parallelamente in prima persona dalle due protagoniste, differenziate anche da caratteri tipografici diversi.

Tutto è abbastanza noioso finché non compare Kakuro Ozu, un ricco giapponese che acquista l’appartamento del quarto piano e fa irruzione, con la sua dolcezza e saggezza, nella vita di Renée e di Paloma, giungendo a farle incontrare e a far nascere un’amicizia tra di loro.

Da quando compare Kakuro Ozu, dunque, il libro si riscatta e diventa più interessante, anche molto delicato e profondo, volendo. Per me parlare di caso letterario è davvero un’esagerazione, il libro non è stupendo, però è carino e si legge volentieri. Il finale mi ha rattristato, ma in fondo era l’unico finale possibile, e dà molto valore al romanzo.

Consigliato per passare un po’ di tempo in compagnia di una piacevole lettura, non se cercate un libro bellissimo e sensazionale.

* Il romanzo sul sito dell’editore italiano.
* Una recensione.
* Una bella intervista alle due traduttrici italiane.

Advertisements

2 pensieri su “Muriel Barbery, L’élégance du hérisson

  1. babalatalpa

    Sicchè ho commesso l’errore di mollare il libro prima dell’arrivo di Kakuro Ozu…L’ho preso in prestito pochi mesi fa per curiosità. Quando ho iniziato a saltare le pagine, mi sono limitata a chiuderlo e restituirlo alla biblioteca. Forse bisognava essere più tenaci e andare avanti…

  2. Marina Autore articolo

    Secondo me dopo diventa molto più carino, ma comunque non è che tu ti sia persa un capolavoro, eh…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...