[Incipit] Sławomir Mrożek, Emigranti

Mura grigie, sporche, lebbrose, con grandi macchie.
Un soffitto basso. Un semplice bulbo, nudo, pende dal soffitto.
La luce è cruda. In fondo, sul muro di destra, una porta. 
Non c’è finestra.
Lungo i muri di sinistra e di destra, vicino alla platea, due letti di ferro. Sopra il letto di destra, un cappotto appeso a un chiodo e un attaccapanni di legno.
Sulla parete di fondo, a circa un quarto della sua lunghezza partendo da sinistra, un vecchio lavandino montato direttamente sul tubo di scarico. Lo smalto del lavandino è vecchio, screpolato, ingiallito. Il tubo è coperto di macchie di ruggine. Sopra il lavandino, un rubinetto di bronzo. Sopra il rubinetto, una mensola assolutamente ordinaria. Due necéssaire da toilette. Uno, molto economico, il secondo, più elegante.
Sopra la mensola, uno specchio, abbastanza grande, ma di cattiva qualità, appeso a un chiodo. Dai due lati del lavandino, due asciugamani, appesi anch’essi a due chiodi. 
Vicino alla parete di fondo, più vicino alla destra, un vecchio paravento in pessimo stato.
Inoltre, lungo la parete di fondo, tubi di diverse dimensioni traversano la stanza, e cavi elettrici…
Al centro della scena, sotto la lampadina, una tavola coperta di giornali. Sulla tavola, due piatti sporchi, due cucchiai, due bicchieri di plastica, due scatolette di carne aperte, una bottiglia di birra vuota, una scatola di tè in bustine. Mozziconi di sigarette. Due sedie ai due lati della tavola. Sulla sedia che si trova dalla parte destra, un paio di pantaloni grigio chiaro. Sulla spalliera, una giacca di tweed e un foulard di seta. Sotto la sedia, un paio di scarpe.
Un uomo, mal rasato, in vestaglia, è allungato sul letto di sinistra. Ai piedi ha le calze, i piedi rivolti verso il pubblico. È piuttosto magro, età una trentina d’anni.
I capelli si sono fatti un po’ radi, occhiali dalla montatura di plastica scura. Legge un libro. Sul letto, che si trova dalla parte destra, un cane di pezza, di grandi dimensioni, dai colori vivaci. 
Un uomo è seduto sulla sedia di destra. Indossa un abito nero, antiquato, tagliato in una stoffa pesante, un po’ come quelli che portano, la domenica, i contadini in certi paesi. Una camicia bianca, cravatta dai colori sgargianti. Scarpe molto a punta, accuratamente lucidate. L’uomo è corpulento, ha una taglia da lottatore. Ha mani enormi. Il suo viso paffuto è accuratamente rasato. Molti capelli, basette. È seduto di profilo rispetto alla platea, e guarda il suo compagno sdraiato.
Sono pressappoco della stessa età. Per un momento, il primo (AA) legge, sempre sdraiato, il secondo (XX) resta seduto e lo guarda.

XX Eccomi qua.
(AA non reagisce. Pausa. XX ripete più forte)
Sono qua.
AA (non smette di leggere) T’ho sentito.
XX (grattandosi i polpacci) Hai una sigaretta?

Senza smettere di leggere AA fruga sotto il cuscino, tira fuori un pacchetto di sigarette che porge a XX.
Costui si alza e va verso il letto zoppicando.
Prende una sigaretta.
AA continua a leggere.
XX fa scivolare la sigaretta in tasca e ne prende una seconda. Dopo un attimo di esitazione rifà lo stesso gesto, cioè si mette la seconda sigaretta in tasca, ne prende una terza che porta alla bocca.

XX Mi sono servito.

AA, sprofondato nel suo libro, tiene sempre il pacchetto di sigarette nella mano col braccio teso. Una pausa.

AA Ridammela.

XX tira fuori una sigaretta di tasca e la rimette nel pacchetto. Si volta e fa per allontanarsi.
AA tiene sempre il pacchetto di sigarette col braccio teso, e continua la lettura.

AA Ridammela.

XX L’ho rimessa dentro. 

AA No.
Ne hai prese tre.

Sławomir Mrożek, Emigranti (tit. originale Emigranci), Einaudi, Torino 1987. Traduzione di Gerardo Guerrieri. 71 pagine.

* La recensione dell’Indice su IBS.
* L’autore su Wikipedia. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...