[Incipit] Il rogo nel porto

Le fauci del leone di pietra

Casette a tre piani che uno spiazzo erboso – una “campagnetta” della stazione Campo Marzio, per metà verde e per metà spelacchiata – separa dai binari. Corde da un palo all’altro, e sulle corde biancheria stesa ad asciugare. D’inverno, quando soffia la bora, la biancheria è un pavese di bandierine infuriate, d’estate è bianca impotenza nella calura. Altrettanto impotente e assonnato è, d’estate, pure l’alveo di pietra sottostante la campagnetta, e le sue rotaie, sulle quali brillano oblunghi occhi di metallo.
Il muro sotto la campagnetta è alto, perciò dalle case alla strada s’inarca un cavalcavia con gradini su entrambi i lati; al di là del cavalcavia c’è una strada bianca e un secondo muro. Sotto, fino al mare, luccica un labirinto di rotaie.
Le piccole locomotive che trasportano i vagoni merci da un binario all’altro avanzano ansimando. È un miracolo che, nel meandro di binari e scambi, trovino sempre quello giusto. Ma qualche volta, per timore di aver sbagliato, il vapore sbuffa per l’imbarazzo e fischia, e il suo sibilo acuto echeggia dai muretti e dal cavalcavia. Allora fischia pure il ferroviere e sventola la bandierina rossa, facendo tornare indietro il convoglio; uno solo se la dà a gambe su un altro binario, come un vitellino scavezzacollo. Ancora più lontano ci sono i bacini di carenaggio con le fiancate d’acciaio delle navi protette tutt’intorno da travi. La nave si libra nell’aria come fosse imprigionata nello scheletro di mastodontici pesci. I martelli picchiano sulle lastre d’acciaio, la locomotiva fischia, mentre al di sopra dei magazzini del Porto Nuovo svetta il collo delle gru.

Boris Pahor, Il rogo nel porto (tit. originale Kres v pristanu), Zandonai, Rovereto (TN) 2008. Traduzione di Mirella Urdih Merkù, Diomira Fabjan Bajc e Mara Debeljuh. 224 pagine, 18 euro.

* Boris Pahor su Wikipedia.
* Il libro sul sito dell’editore, dove è anche possibile sfogliare l’anteprima.
* Una recensione su Lankelot.
* Un altro brano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...