[Incipit] Il vampiro, Don Giovanni e altri seduttori

Carlo Bordoni

Il ritorno del vampiro. Evoluzione del mito letterario da Matheson a King

Un giorvane procuratore inglese, Jonathan Harker, intraprende un viaggio in Transilvania per trattare la vendita di una vecchia proprietà nel cuore di Londra: l’acquirente è il Conte Drakul, ultimo discendente di un’antica e nobile famiglia Szekely che ha combattuto contro i Turchi, in difesa della cristianità. Sembra un normale viaggio d’affari, ma si rivela un viaggio infernale.
Così prende le mosse uno dei romanzi moderno più noti e citati, ma meno letti in assoluto: vero «GUB» (Great Unread Book), perché talmente scontato e abusato, attraverso le innumerevoli riduzioni cinematografiche, le parodie scritte e disegnate, le allusioni ai topoi in decine di altri romanzi, che quasi più nessun lettore, che non sia spinto da esigenze particolari, sente il bisogno di aprire il libro: l’originale, il Dracula di Bram Stoker, pubblicato a Londra nel 1897.
Capita così, per quella sorta di falsa conoscenza che si ha nei confronti dei libri non letti, ma di cui si è sentito parlare fin troppo, o di cui si è visto qualche film, che si ignori – ad esempio, come la maggior parte del romanzo si svolga nella civile Inghilterra e che all’oscura e desolata Transilvania sia riservato poco più del prologo e dell’epilogo.
La forma diaristica, prevalente rispetto alle altre modalità documentaristiche, fa sì che l’intervento dell’autore sia apparentemente ridotto al minimo indispensabile, quasi alla sola meccanica del montaggio e dei testi. Il rigore di Stoker, la sua assoluta adesione stilistica ai canoni linguistici del tempo (ogni personaggio parla secondo la sua appartenenza alle diverse classi sociali, e si comporta di conseguenza), non hanno impedito che il suo nome venisse cancellato dalle storie della letteratura inglese.

AA. VV., Il vampiro, Don Giovanni e altri seduttori, a cura di Ada Neiger, Edizioni Dedalo, Bari 1998. 438 pagine.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...