Armenia

Siccome ho deciso di rivitalizzare il blog, ecco qua una nuova rubrica, “incipit”. Come dice il titolo stesso, si tratta della prima pagina dei libri che ho in casa, non necessariamente libri che ho già letto. È simile alla rubrica degli spunti di lettura, ma diversa in quanto in quel caso si tratta di brani che ho amato da libri che ho letto.

Mi sono detta, perché non fare di questo blog una specie di libreria/biblioteca, dove è possibile leggere la prima pagina dei libri per vedere se ci intrigano, leggere recensioni, discutere di libri…

E così, eccoci qua col primo incipit!

*

Costantinopoli, quartiere di Karakoy, 26 agosto 1896, 12.30.

Vi fu una prima deflagrazione. 
Uno stormo di piccioni si alzò verso il cielo.
Una delle sentinelle di guardia davanti all’entrata della Banca Imperiale Ottomana guardò stupita il suo collega. «Hai sentito?»
L’altro indicò col fucile in direzione di Galata, oltre i tetti color zafferano. «Sembrerebbe…»
Il resto della frase fu coperto da una seconda esplosione.
«Bissm Illah! Che sta succedendo? Sembra che stiano bombardando la città!»
L’uomo non poteva sapere che nello stesso momento alcuni insorti stavano cercando di far saltare in aria il palazzo di Yildiz, dove risiedeva il sultano Abdul Hamid II, mentre altri avevano preso posizione alla testa del ponte che collegava Galata a Costantinopoli, e tempestavano di proiettili il corpo di guardia situato di fronte.
Le sentinelle imbracciarono il fucile, ma dov’era il nemico?
Improvvisamente, una ventina di uomini armati, con un berretto in testa e pantaloni a sbuffo, sboccarono all’angolo di via del Voivodato.
Un soldato urlò: «Alto là!»
La sentinella mirò a caso uno degli uomini; mentre premeva il grilletto, ebbe appena il tempo di pensare che non doveva avere più di vent’anni.
Si sbagliava: ne aveva ventitré, si chiamava Bedros Parian, il suo nome di battaglia era Papken Siuni.

Gilbert Sinoué, Armenia (tit. originale Erevan), Neri Pozza, Vicenza 2011. Traduzione di Giuliano Corà. 319 pagine. 17 euro.

*Il sito ufficiale (in francese) di Gilbert Sinoué.
*Gilbert Sinoué su Wikipedia.
*Gilbert Sinoué e i suoi libri sul sito dell’editore italiano Neri Pozza.
*La prefazione di Charles Aznavour al libro (in francese).
*Il libro sul sito dell’editore italiano.
*Il libro sul blog del traduttore Giuliano Corà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...