Come scrivere un best seller in 57 giorni

copertinaLuca Ricci, Come scrivere un best seller in 57 giorni, Laterza, Roma – Bari 2009, 111 pagine.

I protagonisti sono quattro scarafaggi (John, Paul, Ringo e George) che si ispirano ai Beatles e vivono negli angoli più bui e sporchi di un appartamento parigino. C’è un problema, però: il loro “coinquilino”, uno scrittore fallito e squattrinato, rischia lo sfratto, e questo per i quattro significherebbe morte certa – chi altri, infatti, accetterebbe senza batter ciglio di avere in casa degli scarafaggi? Urge dunque risolvere il problema: Briac (questo è il nome del “coinquilino”) deve scrivere un romanzo, anzi un best seller, così potrà pagare l’affitto e i quattro scarafaggi avranno salva la vita.

I quattro non sono blatte intellettuali – almeno non per loro volontà – ma comunissime blatte: hanno letto dei libri, quelli che hanno trovato nella loro casa, quindi tutte opere di spessore perché il loro coinquilino è una personcina molto snob, diremmo radical-chic. Però, anzi proprio per questo, non hanno idea di come si scriva un best seller, ma si ingegneranno e riusciranno a scriverne uno in 57 giorni…

Ricci coglie l’occasione per tirare frecciate a destra e a manca: agli scrittori di best seller e ai loro lettori, agli scrittori pseudo-bohémiens, ai critici letterari, e insomma a buona parte dei personaggi che ruotano intorno all’industria letteraria. Infine il tutto non manca a sua volta di un certo snobismo, e però è assai godibile e divertente e si fa leggere tutto d’un fiato.

Secondo me merita, a patto che siate consci che si tratta di un romanzo ironico-satirico e non di un manuale per imparare a scrivere un best seller. Lo preciso perché in rete è pieno di gente che ne parla malissimo, ostentatamente senza averlo letto, proprio pensando che si tratti di qualcosa del genere. Questi scrittorucoli (in Italia siamo tutti scrittori, si sapeva) sarebbero potuti entrare a buon diritto in questo libro, e forse in parte ci sono anche.

*

Il libro sul sito dell’editore (si può anche leggere un capitolo).
Una breve recensione sul Sole 24 Ore.
Una recensione-intervista sul Venerdì di Repubblica, riportata dalla Biblioteca di Garlasco.
Le recensioni al libro su Anobii (consiglio soprattutto quella della ragazza verde pantone).

*

Grazie a Roberto per il regalo. (A breve arriva qualche foto – non del regalo, del viaggio).

Annunci

2 pensieri su “Come scrivere un best seller in 57 giorni

  1. Angela Siciliano

    Questo libro é una cosina carina da leggere appena possibile!
    Ciao e buon 2010…che sia un bouquet di successi!!
    ( ce ne siamo accorte quando te ne sei stata in un cantuccio a studiare…facciamo finta di niente ma ci accorgiamo di tutto noi: io e me!
    Ciao
    A presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...