Oscar delle case editrici da Finzioni

La rivista Finzioni ha indetto gli Oscar delle case editrici. Le categorie sono: migliore selezione dei titoli; migliore grafica di copertina; migliore carta, impaginazione ed editing; miglior rapporto qualità-prezzo; migliore casa editrice in generale.

Per votare c’è tempo fino a domenica 1 novembre.

A me sembra una cosa simpatica, per cui ci rifletterò per bene e voterò.

Annunci

9 pensieri su “Oscar delle case editrici da Finzioni

  1. Marina Autore articolo

    Mi paiono tutte ottime scelte, Patty. Io ci voglio ancora pensare per bene, visto che c’è tempo farò una scelta ben meditata 😉

  2. andrea branco

    Hacca per migliore carta, direi. Senza rivali, che io sappia (tutti i libri su carta riciclata).
    Rapporto qualità-prezzo, intendendo con qualità quella dell’oggetto-libro, credo Newton&Compton.
    Come impaginazione e editing forse Adelphi, o Via col Vento.
    Migliore grafica, a me piace molto Guanda.
    Migliore casa editrice in generale, forse Via col Vento, per il progetto che porta avanti.
    Ciaaaaao.

  3. Marina Autore articolo

    @Andrea: non ho nessun libro di Hacca, non è proprio il mio genere, perciò non mi ricordo che tipo di carta usano. Sono quasi miei compaesani, tra l’altro (quasi). Newton Compton fa dei libri che costano poco, è vero, ma come qualità (dell’oggetto) li ritengo pessimi. È vero che negli ultimi anni si stanno migliorando molto. Su Adelphi sono d’accordo, e anche Guanda si difende, sebbene non sia tra le mie preferite. Via col Vento è Via del Vento? Una casa di nicchia che pubblica libriccini davvero belli, sì sì.

  4. andrea branco

    Hacca per i suoi libri utilizza carta riciclata.
    Newton&Compton è molto migliorata e, onestamente, credo ci vorrebbero in Italia dei tascabili di prezzo davvero ragionevole, non come gli Einaudi, o i Bompiani o anche Mondadori. Edizioni economiche davvero economiche.
    Perché poi a volte guardi i libri stranieri, e ti accorgi che se volessero, beh, si potrebbe davvero fare.
    Via col Vento è Via del Vento, sìììììììììììì!!!
    ahahah!
    Le copertine di Guanda a me piacciono un sacco. (-:

  5. Marina Autore articolo

    Se usa carta riciclata è ottimo, conosco pochissime case editrici che lo fanno.
    Sì, sono d’accordo sul fatto che si dovrebbe avere anche in Italia una casa editrice che pubblichi libri a prezzi davvero economici. A me viene sempre in mente il caso della Reclam, casa editrice tedesca che pubblica libriccini davvero tascabili che costano magari 3-4 €, a seconda di quanto sono lunghi. La stessa cosa fa anche la Penguin Classics, classici a 3-4 €. Si vede che si può fare, quindi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...