Angeli di desolazione

Tienti saldo, Jack, attraversa ogni cosa, e ogni cosa è un unico sogno, un’unica apparizione, un unico baleno, un unico triste occhio, un unico lucido mistero cristallino, un’unica parola – Tienti saldo, amico, riprendi amore alla vita e scendi giù da questa montagna e sii semplicemente – sii – sii le infinite fertilità dell’unica mente dell’infinito, non far commenti, lagnanze, critiche, lodi, ammissioni, parlari, fulminanti stelle di pensiero, ma solo scorri, scorri, sii tutto te stesso, sii ciò che è, è soltanto ciò che sempre è – Speranza è un parola simile a una raffica di neve – Questa è la Grande Conoscenza, questo è il Risveglio, questa è la Vuotezza – Perciò fa’ silenzio, vivi, viaggia, buttati, benedici e non pentirti –

Da: Jack Kerouac, Angeli di desolazione (tit. originale Desolation Angels), Mondadori, Milano 1983. Traduzione di Magda de Cristofaro. 414 pagine.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.