Cose notevoli che accadono in giro

Libri: l’ARPAT (Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana) organizza un gruppo di lettura sul disastro di Bhopal, ritenuto il peggior disastro industriale della storia. La notte tra il 2 e il 3 dicembre 1984, a Bhopal, in India, quaranta tonnellate di gas letali fuoriuscirono dalla fabbrica di pesticidi della Union Carbide. 8000 furono i morti nell’immediato e 12000 in seguito. Il libro scelto per l’occasione è Mezzanotte e cinque a Bhopal, di Dominique Lapierre e Javier Moro. Per partecipare bisogna iscriversi mandando un’email; la discussione si terrà il 3 giugno alle 16.30 a Firenze presso la Direzione di ARPAT, Via Porpora 5 (aula C). Tutte le informazioni si trovano qui.

Arte: avete tempo fino al 25 maggio per vedere la mostra Arte genio follia, ideata da Vittorio Sgarbi, al Complesso museale Santa Maria della Scala di Siena. La mostra è discreta ma non eccezionale, con alcune cose notevoli: dipinti di George Grosz, Victor Brauner, Hieronymus Bosch, Edvard Munch, Vincent Van Gogh, Max Ernst… Ma, soprattutto, con lo stesso biglietto potrete visitare anche la piccola mostra La lente di Freud, dedicata a opere grafiche in cui è sviluppata la tematica dell’inconscio. Di gran lunga più bella della mostra principale, offre gioielli assoluti, dalle Carceri d’invenzione di Giovan Battista Pranesi, ai Caprichos di Francisco Goya, passando per le opere di Alfred Kubin, di Richard Müller, di George Grosz, e altro ancora. Imperdibile. Secondo Exibart è aperta fino al 21 giugno, non ho ben capito se è vero (nel catalogo è data fino al 22 febbraio, ma io l’ho vista una settimana fa).

Teatro: purtroppo penso che quelle di Firenze siano le ultime date per ora, ma se vi dovesse capitare non perdetevi per nulla al mondo l’Odissea di César Brie con il suo Teatro de los Andes, un adattamento del testo omerico che segue vari fili conduttori, il più importante dei quali è certamente la lettura di Ulisse come moderno migrante. Uno spettacolo capace di mischiare momenti esilaranti ad altri di assoluta tragicità; attori bravissimi e a tutto tondo (oltre a recitare, danzano, suonano e cantano), scenografia essenziale ma perfetta. Uno degli spettacoli più belli che abbia visto in questa stagione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...