Erkenntnis III. Der Körper

Edward Weston, Nude, 1936Smettere di avere paura del proprio corpo. Smettere di considerarlo come un oggetto estraneo, un contenitore di cui disfarsi. Smettere di mortificarlo.
Se pure ti ha portato male, è tutto passato, finito, è tutto morto e sepolto. Se pure te ne è venuto male, non lui ne ha colpa, ma l’altrui ignoranza.
Puoi anche mortificarlo, ma l’ignoranza non guarda la bellezza, puoi tentare di annientarlo, puoi punirlo, ma lui corpo non ha colpe. Sbagli bersaglio.
Se lo annienti, ti annienti. Vorresti fosse estraneo, ma non lo è, contiene la tua bella mente. Lui, il tuo corpo, è te.
Se lo nutri, lo curi, lui, il tuo corpo, non è nemico. Se lo ami, lasci che sia amato; può farti sentire viva tanto quanto il tuo cervello.
Tu sei corpo, il corpo è te: non siete uno contro l’altro, siete uno dentro l’altro, siete uguali. Siete uno.

La foto è Nude di Edward Weston, del 1936, da http://www.edward-weston.com

Annunci

3 pensieri su “Erkenntnis III. Der Körper

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...