Il libraio che imbrogliò l’Inghilterra

Carl Spitzweg, Il topo di biblioteca

Carl Spitzweg, Il topo di biblioteca. Immagine tratta da The Art Renewal Center.

Il dipinto qua sopra è l’immagine di copertina di questo libro, ve l’ho messo come "epigrafe visiva" perché è simpatico, io perlomeno me ne sento perfettamente rappresentata 🙂
Questo libriccino di sessanta pagine appena l’ho preso in prestito dalla biblioteca di mia sorella per riposare la mente dopo i tornanti tabucchici. Sono due racconti: uno è quello che dà il titolo all’intero libro, Il libraio che imbrogliò l’Inghilterra (che in inglese si intitola molto più semplicemente The Bookseller), l’altro è Lo scrittore automatico. Due raccontini brevi brevi sul mondo del libro.
Il primo parla di un libraio antiquario che in realtà vive nel lusso grazie a una losca attività di retrobottega, che ci viene svelata solo a metà racconto, e perciò non sarò io qui a rivelarvela. I protagonisti sono il libraio e la sua segretaria-amante, e sono quelli che oggi chiameremmo due truzzi, non c’è parola più adeguata. Mi interesserebbe vedere l’originale inglese, in traduzione parlano senza congiuntivi, in maniera sgrammaticata e gergale, e fanno schifo dall’inizio alla fine, in grande contrasto con quella che si pensa essere la rispettabilissima e coltissima attività dell’antiquariato librario.
Il secondo racconto parla di uno scrittore frustrato che un giorno inventa un calcolatore capace di scrivere racconti e romanzi in automatico, con la sola immissione di pochi semplici dati, un marchingegno destinato a rivoluzionare il mondo editoriale grazie all’inesauribile fame di denaro dello scrittore medio.
Tutto sommato, piacevole libriccino per un’oretta di distrazione, ma io continuo a pensare che Roald Dahl sia uno scrittore piuttosto insipido. Forse avrebbe dovuto limitarsi a scrivere per l’infanzia, anche se a onor del vero i suoi libri per ragazzi non li ho mai letti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...