La parafrasi della vita

Ho reimparato a tenere una sorta di diario. Non sono una scrittrice né una poetessa, scrivo solo per grafomania. Ammetto che scrivo bene, tenendo a mente di trovarmi in una sorta di limbo dove non è diario e non è arte.

Or ora riflettevo. La vita pura non si lascia scrivere. Il dolore si lascia scrivere più facilmente, ma il concetto di quasi-impossibilità a pervenire a un’espressione adeguata resta.
Il dolore è sempre più doloroso di quanto la parola possa dire, la bellezza è sempre più bella.

Potreste dire che quello che fa la differenza è appunto l’essere artista o meno. Certo. Ma io non parlo di arte.
Parlo di annotazioni a margine di una vita. Di scrittura per ricordare. Di mettere nero su bianco un dolore, un amore, una gioia.

E mi accorgo che è come voler parafrasare la vita: si può fare, ma una parafrasi non è poesia. È un rimaneggiamento, spesso anche abbastanza squallido, di un’opera d’arte.
La vita pura è poesia. È un’opera d’arte, specie nei suoi risvolti più belli.

Annunci

4 pensieri su “La parafrasi della vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...