Brevi cronache veronesi

Ricominciare dopo un anno con un trenta e lode comprensivo di complimenti per la preparazione e per il tedesco è una botta di autostima non indifferente.

Verona è sempre uguale a se stessa, piena di tedeschi e giapponesi, e la vostra si scioglie in lacrime al rumore dell’acqua che scorre impetuosa sotto Ponte Pietra. Che donna Sturm und Drang. La definizione, molto calzante, non è mia ma della cara Cecilia.

Poi si scopre che Lulù (sarebbe troppo semplice darmi la possibilità di mettere un link diretto; guardate su scuderia: Lulù Elettrica) è diventata grande e che ora il suo primo album ufficiale lo si può trovare in tutti i negozi. E bravo Ted.
Sia detto con onestà, non si può dire che siano originali (Marlene Kuntz, C.S.I., ma secondo me anche Soundgarden e qualcos’altro che ho sulla punta della lingua ma non identifico) però sono bravi.
Invito soprattutto Jees a drizzare le orecchie.

Altro da dichiarare? Mmm… No, portate pazienza. Però sono felice. Assai 🙂

Annunci

2 pensieri su “Brevi cronache veronesi

  1. utente anonimo

    Complimenti vivissimi, 30 e lode!!!

    Grande Marina, sapevo che c’era della stoffa.

    Sono davvero felice per te.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...